Home Aree Protette
Editoriale n.20 - le aree protette del Piemonte laboratori per integrare territori e per superare divisioni culturali E-mail

di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Aree protette del Po e della Collina torinese

Con la L.R. n. 19/2009 la Regione Piemonte si è dotata di una nuova legge con la quale è stato riordinato il settore della gestione delle aree protette, dopo la sua nascita sancita con la legge n. 45 del 1975. Il primo riordino era avvenuto con la legge 12/90 alla quale seguì il repentino aggiustamento (con la legge n. 36) due anni dopo, necessari per adeguare l'apparato normativo a quello nazionale che aveva visto la luce (dopo decenni di dibattito parlamentare) nel 1991, con la legge n. 394.

Leggi tutto...
 
Editoriale: parchi come piattaforme per lo sviluppo locale E-mail

di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Architetto

L'inverno è la stagione giusta per le potature. Nella crisi la politica imita il giardiniere e taglia le istituzioni ramificate per ridare salute alla pianta dello Stato. Ma mettendo la motosega in mano ad inesperti si rischiano capitozzature selvagge e danni gravi. Ad esempio si tagliano Province e Comunità montane e nessuno sa come affrontare i temi d'area vasta, dallo sviluppo locale alle reti ecologiche, dai distretti produttivi ai piani di gestione dei servizi e delle infrastrutture, se si hanno come strumenti istituzioni elettive solo statali, regionali e comunali.

Leggi tutto...
 
Le aree protette al centro dello sviluppo turistico del territorio E-mail

di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (1) e di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (2) - SiTI-Istituto sui Sistemi Territoriali per l'innovazione

1. Introduzione

In Italia le aree naturali protette rappresentano contemporaneamente strumenti di difesa e tutela della natura e un'importante fonte di sviluppo economico sostenibile, ossia una fonte di crescita sociale e dell'occupazione. La formazione dei parchi naturali e delle aree protette ha portato con sé alcune restrizioni, come i vincoli d'uso del territorio, che hanno reso necessaria la definizione di politiche di gestione delle risorse naturali orientate a far divenire l'area protetta il nucleo di un sistema locale vitale (Cannizzaro e Corinto, 2011).

Leggi tutto...
 
Parchi di beni culturali: I Sacri Monti E-mail

di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Componente il Gruppo di Lavoro Operativo Permanente del sito UNESCO Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia.

1. Introduzione

La conservazione e valorizzazione dei sette Sacri Monti del Piemonte, ha inizio con la legge regionale di istituzione del "Parco Naturale e area attrezzata del Sacro Monte di Crea" promulgata il 28 gennaio 1980 e nello stesso anno proseguita con le leggi regionali istitutive delle "riserve naturali speciali" dei Sacri Monti di Varallo Sesia e di Orta, con l'istituzione nel 1987 della "riserva naturale speciale" del Sacro Monte di Ghiffa, nel 1981 analoga istituzione per i Sacri Monti di Belmonte e Domodossola ed infine, nel 2005 la legge regionale istitutiva "riserva naturale speciale" del Sacro Monte di Oropa e del centro di Documentazione dei Sacri Monti, Calvari e Complessi devozionali Europei.

Leggi tutto...
 
I parchi al di là dei confini. Le esperienze del Parco Naturale delle Alpi Marittime e delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese E-mail

di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. – SiTI-Istituto sui Sistemi Territoriali per l'innovazione

1. Introduzione

La aree protette sono oggi oggetto di una situazione contraddittoria: da un lato, costituiscono un grande insieme di spazi caratterizzati da risorse culturali e naturali quali testimoni della crescente sensibilità politica e sociale verso la protezione dell'ambiente, dall'altro sono vittime dei processi più generali ed è risaputo come la biodiversità continui a diminuire a livello globale. Tutto ciò sollecita una riflessione sul ruolo e sulle finalità (obiettivi e aspettative) di parchi ed aree protette.

Leggi tutto...
 
Conservazione della natura: il Centro per la Biodiversità Vegetale del Parco del Marguareis E-mail

di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Parco naturale del Marguareis e Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, Università degli Studi di Torino.

1. Introduzione

Il caso qui descritto riporta l'importante esperienza svolta dal Parco naturale del Marguareis, con sede a Chiusa di Pesio, ed è scelto come un esempio di buona pratica nel campo della conservazione della Biodiversità nelle aree protette del Piemonte(1). Il settore del Parco naturale del Marguareis responsabile della conservazione e della gestione del patrimonio vegetale, è denominato Centro per la Biodiversità Vegetale, con acronimo CBV.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>