EDITORIALE N.19 - Come va il Piemonte

    di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - IRES Piemonte

    Terminato il periodo estivo Politiche Piemonte riprende l'analisi socioeconomica, territoriale e ambientale della Regione per ricordarci dove eravamo, quali problemi restano aperti e occorre affrontare e quali sono i nuovi aggiornamenti del trend da cui ripartire. L'anno scorso ci eravamo lasciati con la descrizione di alcune tendenze strutturali che sembravano emergere dagli articoli sulla situazione socio-economica e ambientale: si era parlato di un generale miglioramento delle condizioni locali ambientali entro un quadro di aggravamento delle condizioni globali (il global warming in particolare);

    La metamorfosi dei piccoli. Un’indagine sulle piccole imprese industriali in provincia di Torino

    a cura di Salvatore Cominu e Giovanna Spolti - Torino Nord Ovest

    Introduzione

    L'indagine realizzata da Torino Nord-Ovest nell'autunno 2012 su un campione di 300 piccole imprese manifatturiere della provincia torinese, di dimensioni comprese tra i 5 e i 50 addetti (con l'esclusione quindi delle aziende meno strutturate), si proponeva l'obiettivo di analizzare la reazione degli imprenditori alla crisi apertasi nel 2008.

    Per uscire dalla crisi, Torino liberi il proprio futuro

    a cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Dist Politecnico di Torino

    Introduzione

    Il quattordicesimo Rapporto Giorgio Rota del Centro Einaudi – sostenuto, come ogni anno, dalla Compagnia di San Paolo – focalizza l'attenzione non solo sulla crisi e sui suoi effetti, ma anche sui fattori di contesto che rendono più o meno competitiva l'area torinese.

    Lo Stato dell’Ambiente in Piemonte

    a cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Arpa Piemonte

    Introduzione

    Lo Stato Ambiente, redatto da Arpa Piemonte insieme alla Regione, è da sempre finalizzato a dare un quadro completo, una fotografia del Piemonte, un approfondimento che vuole informare e sensibilizzare i cittadini sui valori, sulle risorse e sulle criticità ambientali che ci circondano. Ha quindi un valore sia informativo, condividendo la diffusione e la trasparenza dei dati ambientali, sia strategico per poter elaborare un piano volto al miglioramento continuo delle risorse ambientali regionali.

    Piemonte in Cifre 2013: lo scenario socio-economico piemontese descritto attraverso i dati dell’Annuario statistico regionale e del Quadro statistico complementare

    a cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Unioncamere Piemonte

    Introduzione

    Giunto alla sua ventunesima edizione "Piemonte in Cifre" si configura anche quest'anno come il prodotto per il tramite del quale Unioncamere Piemonte assolve ad una delle sue mission più importanti, vale a dire il monitoraggio dell'economia locale e la diffusione di informazione economica.

    I principali contenuti dell’ultimo Rapporto annuale della Banca d’Italia sull’economia del Piemonte

    a cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Banca d'Italia – Sede di Torino

    Introduzione e sintesi

    Nello scorso anno è proseguita la fase negativa dell'economia piemontese iniziata nell'estate del 2011. In base alle stime disponibili, il prodotto interno lordo regionale in termini reali nel 2012 sarebbe diminuito di oltre il 2 per cento, in misura simile alla media nazionale. Il credito alle imprese ha fatto registrare lo scorso anno una dinamica flettente, che è proseguita nel primo trimestre del 2013.

    I principali contenuti dell’ultimo Rapporto annuale della Banca d’Italia sull’economia del Piemonte

    a cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Banca d'Italia – Sede di Torino

    Introduzione e sintesi

    Nello scorso anno è proseguita la fase negativa dell'economia piemontese iniziata nell'estate del 2011. In base alle stime disponibili, il prodotto interno lordo regionale in termini reali nel 2012 sarebbe diminuito di oltre il 2 per cento, in misura simile alla media nazionale. Il credito alle imprese ha fatto registrare lo scorso anno una dinamica flettente, che è proseguita nel primo trimestre del 2013.

    Le coordinate socioeconomiche del Piemonte. Rapporto IRES 2013

    a cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - IRES Piemonte

    Il quadro generale

    L'economia mondiale a metà 2012 è ancora condizionata dalla crisi finanziaria. Le tre principali aree del pianeta, USA, Europa e Cina, mostrano segnali rassicuranti e preoccupanti insieme. Al tempo stesso non si vede all'orizzonte una vera soluzione: evitate o spostate in avanti le maggiori criticità, nessuna di esse è stata superata. La crescita del Pil mondiale si è fermata al 2,9% nel 2012 e non eccederà il 3,5% nel 2013. Deboli segnali di miglioramento nel finale dell'anno, soprattutto nei paesi emergenti.

    Argomenti

    Ambiente e Territorio
    Cultura
    Finanza locale
    Immigrazione e integrazione sociale
    Industria e servizi
    Programmazione
    Istruzione e Lavoro

    Newsletter

    ikimislivbetdeneme bonusu veren siteler1xbetbycasinomarsbahisikimisli girişen güvenilir slot siteleriBetoffice girişdeneme bonusu veren siteler
    replika saat